STEFANO CUCCHI E ILARIA CUCCHI

LA MORTE DI STEFANO CUCCHI

STEFANO CUCCHI UN CASO DI CRONACA NERA

La morte di Stefano Cucchi è un caso di cronaca nera accaduto nell’ottobre del 2009. Stefano aveva solo 30 anni ed è morto dopo essere stato fermato e trattenuto in carcere in custodia cautelare.

Era stato visto consegnare qualcosa ad un uomo che ricambiava con dei soldi e poi dopo il fermo era stato trovato in possesso di droga. Durante la custodia in carcere è stato pestato pesantemente e poi ricoverato in ospedale. Non ne è mai uscito.

Da quel giorno Ilaria, la sorella di Stefano Cucchi, si batte perché la verità sulla morte del fratello venga fuori e i responsabili paghino.

Sono state dette molte cose cattive nei confronti di Stefano, per difendere quelli che potevano essere ritenuti colpevoli della sua morte, ora si farà un ulteriore processo e alcune delle guardie carcerarie sono sul banco degli imputati.

Ammiro il coraggio e la tenacia con cui Ilaria Cucchi ha combattuto in tutto questo tempo, senza mai arrendersi, malgrado le prime sentenze le abbiano dato torto.

Da un giornale del 31 ottobre 2014

Sembra non ci siano dubbi sul fatto che Stefano sia morto per le botte ricevute. Questo è orribile. Se anche Stefano fosse stato il peggiore dei delinquenti (e non sembra affatto essere così), possibile che persone, che delinquenti non dovrebbero proprio essere, si comportino come tali, fino a far morire un ragazzo, anche se ritenuto delinquente e che comunque non aveva fatto niente di tanto grave?
Siamo un po’ abituati a fare e sentire processi fuori delle aule giudiziarie, probabilmente tutti abbiamo formulato un proprio giudizio, senza avere in mano alcuna prova concreta, quindi non farò commenti su quello che è successo, ma mi piace sottolineare l’amore di Ilaria per suo fratello, al di là dei problemi che aveva, mi piace pensare alla famiglia di Stefano come ad una famiglia unita e coraggiosa che ha dovuto affrontare momenti difficilissimi, purtroppo non proprio momenti, ma periodi davvero troppo lunghi di dolore, penso anche di rabbia, perché non si può morire come è morto Stefano, che non aveva commesso niente di così grave da poter giustificare quell’epilogo.

Su un altro giornale leggiamo

Vorrei dare tutta la mia solidarietà alla famiglia Cucchi, in particolare a Ilaria, senza darle, per ora, torto o ragione (anche se penso che abbia fin troppo ragione) . La mia solidarietà e stima va ad una  famiglia unita e ad una sorella affettuosa, coraggiosa e determinata).

STEFANO CUCCHI E ILARIA CUCCHI

Caso Cucchi: la Corte di Cassazione ha annullato l’assoluzione di cinque medici. Nuovo

SU STEFANO CUCCHI
LEGGI L’ARTICOLO – martedì 15 dicembre 2015

processo d’appello per omicidio colposo.

Sorgente: Caso Cucchi | Ricorso in Cassazione | Appello bis per 5 medici: omicidio colposo

 

Credo che tutti si augurino di veder trionfare la giustizia e soprattutto la verità e che rimanga sempre la massima fiducia nella magistratura e nelle forze dell’ordine.

torna su

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Tu che ne pensi? Scrivi un commento