elezioni amministrative a Roma

ELEZIONI AMMINISTRATIVE A ROMA

ELEZIONI AMMINISTRATIVE A ROMA

Elezioni amministrative a Roma e non solo a Roma, ma Roma è la capitale dell’Italia e Roma è una città difficile da governare, perché è una città molto grande, perché è una città piena di problemi e perché è importante che il nuovo sindaco sia capace di amministrarla nel modo giusto.

Chi sarà il nuovo sindaco? Sono molti i candidati, alcuni decisamente improbabili, almeno spero, ma saranno i romani a decidere in quali mani mettere questa città. Ma quanta fiducia c’è nei cittadini romani che si risolveranno veramente almeno una buona parte dei problemi? Soprattutto quanta consapevolezza c’è nei cittadini romani delle capacità dei candidati? Quanti decideranno la loro scelta per simpatia verso la persona o verso la parte politica? Non sarà facile scegliere la persona giusta, considerando che ognuno mette sempre in primo piano quello che gli altri , secondo lui, non sanno fare. Ogni candidato sembra avere le soluzioni migliori per questa o quella soluzione, ma a parole tutto sembra facile, poi all’atto pratico nascono tutte le difficoltà. Inoltre Roma è talmente grande che gli stessi cittadini, probabilmente conoscono bene solo i problemi di alcuni quartieri. Chi vive al centro forse conosce superficialmente i problemi delle periferie e viceversa, ma il sindaco deve conoscerli tutti. Non credo che si tratti solo di rifare i marciapiedi sconnessi e tappare le buche delle strade, non c’è solo l’inadeguatezza dei mezzi pubblici o i disagi delle periferie, o il problema dei rifiuti. Ho sentito dire che qualcuno vuole togliere i cassonetti dalle strade perché così non si vedrà più chi va a rovistare per trovare qualcosa di utile. Non ho sentito dire dove vorrà metterli. Dentro i portoni? Spero di no. Già è insopportabile l’odore nella strada, figuriamoci dentro un portone. I problemi più grandi riguardano gli uffici, la corruzione, le scuole, gli asili nido ecc.

Non manca mai l’occasione per creare altri problemi. Come finirà la storia delle bancarelle sul lungotevere dove l’artista sudafricano Kentridge ha creato un’opera  d’arte pubblica  “Triumphs and laments” ?

“Trionfi e Lamenti”Sorgente: Kentridge e la sua festa popolare sul lungotevere (20/04/2016) – Vita.it

Cittadini e artisti hanno promosso un appello su Change.org indirizzato alle istituzioni per salvare ‘Triumphs and Laments’, per tre mesi parzialmente oscurato dagli stand commerciali dell’Estate romana.

Sorgente: Via le bancarelle che coprono l’opera d’arte sul lungotevere Salviamo il murales

Anche un’opera d’arte crea problemi. Da che cosa nascono questi problemi? Mancanza di coordinamento tra le persone competenti ?

Forse non sarà difficile dare una mano di vernice per rinfrescare l’aspetto superficiale della città, ma tutto il resto richiede grandi capacità organizzative e di coordinamento, secondo le risorse disponibili e nella speranza di non vedere aumentare le tasse comunali. Ma chi è in grado di capire quanto siano bravi e credibili i vari candidati? Dovremo affidarci all’impressione che daranno nei loro discorsi e ormai sappiamo bene quanto sia facile fare promesse e quanto sia difficile poi mantenerle. Ma un’idea dobbiamo pure farcela e sperare di saper scegliere la persona giusta. Oltre la persona sarà importante anche la sua squadra, perché nessuno è in grado di fare tutto da solo e noi cittadini siamo in grado di conoscere i componenti delle squadre? Sono sempre più convinta che sia importante non sottovalutare tutti gli aspetti e andare a votare con le idee chiare. Dobbiamo ascoltare con attenzione tutte le voci e cercare di capire, per quanto possibile, quanto siano credibili. Le voci possiamo ascoltarle solo in televisione o leggerle sui giornali e a questo punto la difficoltà a capire aumenta, infatti se è vero che in televisione sentiamo direttamente la voce dei candidati, sentiamo proprio tutto quello che hanno detto? A volte si riporta solo qualche parte di un dibattito o di un’intervista. E i giornali quanto sono credibili? Si ha piuttosto l’impressione che non siano affatto imparziali.

Elezioni amministrative a Roma, Napoli, Milano e in moltissimi altri comuni, si parla però soprattutto di Roma e di Milano. Quanto sono importanti per Renzi? Non ho sentito molti interventi su questo argomento. Per lui è molto più importante il referendum costituzionale, ma non per i cittadini.

Per le elezioni amministrative a Roma non credo che basti scegliere la persona giusta come sindaco e conoscere la sua squadra, credo che anche noi cittadini dovremmo fare qualcosa di più per la nostra città. Dovremmo comportarci meglio e pensare che la città è nostra e non sporcare le strade è un nostro dovere, come è un nostro dovere comportarci civilmente nel traffico, pagare il biglietto per i mezzi pubblici e molto altro.

Queste sono alcune delle mie riflessioni riguardo alle elezioni amministrative del 5 giugno. Ho già sentito di alcune persone che hanno deciso di partire per una breve vacanza e quindi di non andare a votare.

Lezioni amministrative il 5 giugno, ma non credo che qualcuno dei candidati possa arrivare subito alla maggioranza assoluta, quindi molto probabilmente si sarà una seconda votazione il 19 giugno. Chi arriverà al ballottaggio?

 

torna su

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Tu che ne pensi? Scrivi un commento