RENZI SIMPATICO O ANTIPATICO?

RENZI SIMPATICO O ANTIPATICO?

RENZI SIMPATICO O ANTIPATICO ALLA LEOPOLDA?

Renzi simpatico o antipatico? Diventa un problema importante.

Ancora una Leopolda a Firenze, un’altra occasione per parlare del referendum e spiegare perché si deve votare sì. Una bella riunione di fan di Renzi o come qualcuno li ha definiti, di tifosi. Come se Renzi fosse un personaggio dello spettacolo o del mondo del calcio o altro.

UNA FOTTUTA PAURA CHE VINCA IL NO

Direi che è davvero sconcertante che ora qualcuno dei suoi fan si preoccupi della simpatia che Renzi può suscitare negli elettori. Renzi simpatico o antipatico? L’idea è partita da Farinetti, grande fan di Renzi, che ha una “fottuta paura che vinca il no”.

RENZI SIMPATICO O ANTIPATICO?
Ho una fottuta paura di perdere questo referendum perché dal versante del no arrivano toni e parole antidemocratiche

Sorgente: Leopolda, Oscar Farinetti: “Ho una paura fot… di perdere questo referendum”

Paura per le parole antidemocratiche dal versante del NO? Quali parole?

LA PREOCCUPAZIONE DEGLI AMICI

La preoccupazione è che più che simpatia si tratti di antipatia e si danno consigli al giovane premier di essere un po’ meno primo della classe, un po’ più sincero nell’esporre i problemi del paese e un po’ meno arrogante. Renzi stesso si è definito cattivo e arrogante. Ma almeno ora ha capito che non è l’età che fa la persona più o meno adatta a governare e lo ha enfatizzato alla Leopolda. Ha cambiato ancora idea come ha cambiato idea (qualcuno ci crede?) sul referendum che non ha niente a che vedere con lui.

Solo gli sciocchi non cambiano mai idea e quindi Renzi sciocco non lo è davvero.

Questo è il nostro Presidente del Consiglio e i suoi brillantissimi fan si preoccupano della simpatia o antipatia che suscita. Quindi si vota per simpatia o antipatia!!! Questa è bella davvero. Invece di discutere della riforma possiamo parlare del sorriso accattivante o irritante, del tono della voce o del vestito che indossa il nostro Presidente del Consiglio.

Renzi simpatico o antipatico? È il caso di preoccuparsi di questi segnali che denunciano il livello di maturità e di responsabilità del popolo italiano o almeno di una parte? Dobbiamo davvero pensare che ci sarà chi vota per simpatia o antipatia?

Purtroppo molte voci dicono anche che si dovrà votare sì per paura che arrivi al governo il M5S, quindi è meglio sostenere Renzi. È ancora l’idea: “dopo Renzi il diluvio”. È l’idea di chi pensa il M5S come “il diluvio” e che oltre il M5S non c’è altro.

Quindi c’è ancora chi pensa che votare sì significa lasciare Renzi al governo e votare ancora Renzi quando si dovrà rinnovare il governo, altrimenti il M5S governerà al suo posto. Ancora una volta si mette in secondo piano la riforma della Costituzione.

Non si tiene conto che accettando questa riforma, con la legge elettorale attuale, si rischia di avere il M5S al governo senza alcuna garanzia di controlli oppure Renzi ancora più prepotente e arrogante di quanto non sia ora, perché avrà molti ostacoli in meno.

RENZI O IL DILUVIO?

Renzi simpatico o antipatico? Renzi o il diluvio. Forse qualcuno ha trovato il modo di distogliere l’attenzione dalla questione fondamentale del referendum? Non ci sarebbe nulla di stupefacente in questo. Quante volte si è distratto il popolo dai problemi reali? Forse non si vuole parlare nemmeno della frattura che si sta aggravando sempre di più nel partito democratico? Renzi ha accusato De Mita di aver cambiato partito. Lui non ha cambiato partito, ha cambiato il partito!

FUORI FUORI

Renzi non ne può più della minoranza del suo partito e i suoi tifosi parlano con disprezzo dei dissidenti, di quelli che non ubbidiscono alle direttive del capo. L’urlo “FUORI, FUORI”, che si è sentito nel video girato alla Leopolda, mentre Renzi declamava contro la sua minoranza con chiaro riferimento a Bersani, è stato gridato da una sola persona, ha detto Maria Elena Boschi nella trasmissione di La7, Otto e mezzo. Una sola persona su 26.000. Chissà come quell’unica persona sia riuscita a far sembrare la sua voce, la voce di tante persone e nessuno si è preoccupato di farla tacere.

Renzi fomenta la Leopolda contro la minoranza Pd. La platea: “Fuori, fuori” 

IMPERATIVO: CAMBIARE

Il PD è diventato uno strano partito, un partito che non ha più un’identità oltre la persona di Renzi, che non ha un programma ben definito, programma sintetizzato nelle parole “VOGLIAMO CAMBIARE L’ITALIA”.

Ancora una volta si vuole cambiare, non si sa come, ma l’importante è cambiare. Questo è lo slogan di Renzi: CAMBIARE.

Va bene per tutti cambiare senza sapere come si cambierà? Siamo tutti convinti che stia andando tutto nel verso giusto?

L’idea è sempre cambiare, purché si cambi, poi si vedrà. Non va bene così, spero che il popolo se ne renda conto e che rifletta bene sui cambiamenti proposti con la riforma della Costituzione, che certo non sono evidenti nel testo del quesito a cui dovremo rispondere e naturalmente il Consiglio di Renzi è “studiate bene il quesito” e Boschi che cosa dice? “Gli italiani devono solo rispondere al quesito, che è molto semplice”.

LEGGERE OLTRE LE RIGHE

Quante insidie in poche righe di testo! Dobbiamo imparare a leggere oltre le righe!

Voglio notare ancora una cosa. La7 mi era sembrata finora l’unica TV che lasciava parlare tutti in modo equo. Sono già due volte però che vedo ospite Boschi e vedo che la si lascia parlare senza molto contraddittorio. Da Formigli ha parlato per un’ora e mezzo senza contraddittorio, solo domande di Formigli e dalla Gruber in contraddittorio con Onida che ha parlato pochissimo e si è lasciato parlare pochissimo. Evidentemente Onida non deve essere molto combattivo e non ha esposto le sue idee con chiarezza e soprattutto convinzione. Era un giusto avversario.

Forse La7 sta diventando un po’ meno libera?

Vorrei vedere un incontro Boschi Travaglio. Oppure Boschi Anna Falcone, vicepresidente del comitato del no. Chissà quanto parlerebbe Boschi?

torna su

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Tu che ne pensi? Scrivi un commento