VERITÀ? CHI CONOSCE LA VERITÀ?

QUANDO QUALCUNO RACCONTA IL SUO PUNTO DI VISTA…

Ci sta dicendo la verità? Come possiamo capire se è corretto quello che sta dicendo? Mi riferisco ai politici, naturalmente. Come si fa a credere a quello che promettono, dopo le nostre ultime esperienze? Matteo Renzi è stato molto deludente da questo punto di vista e ha fatto un grande danno.

LUI HA MENTITO MOLTE VOLTE, PERCHÉ DOVREMMO CREDERGLI ANCORA E PERCHÉ DOVREMMO CREDERE A CHIUNQUE ALTRO?

QUALCHE DUBBIO FA BENE

Ci fa dubitare di tutto quello che qualsiasi politico ha detto o dirà. Però questo non è nemmeno un lato del tutto negativo. Dobbiamo imparare a cercare riscontri e conferme di quello che ci viene detto e inoltre quando si fanno teorie su quello che non si può dimostrare ricordiamo che:

« Ogni qualvolta una teoria ti sembra essere l’unica possibile, prendilo come un segno che non hai capito né la teoria né il problema che si intendeva risolvere. »

Karl Popper, Conoscenza oggettiva: un punto di vista evoluzionistico.

Con le prossime elezioni, tornerà Renzi o la sua esperienza come Presidente del Consiglio è finita? Gli italiani credono ancora che oltre Renzi solo Renzi? Io penso che bisognerebbe impostare tutto in modo diverso. Non può andare bene il partito personale di un unico padrone.

Il PD non è il partito di Renzi e Renzi non è il PD, anche se molti hanno creduto proprio questo e hanno sperato che Renzi potesse risolvere i problemi dell’Italia da solo. Forse non aveva proprio voglia di farlo, forse non era questo il suo obiettivo, ma sicuramente era interessato a compiacere gli alti vertici dell’industria e delle banche.

La mia teoria, che non considero affatto l’unica possibile, è che Renzi sia una persona molto ambiziosa (lo ha ammesso lui stesso, del resto), ma non nel senso migliore del termine e allora non può essere lui a guidare il paese che ora più che mai ha bisogno di ritrovare giustizia sociale e dignità di esistere.

Occorre però che altre persone, diverse da quelli di Salvini, o di Grillo, o di Berlusconi, si mettano insieme con un programma chiaro e ben definito, soprattutto ben studiato (con tutti i possibili effetti collaterali) sia presentato agli elettori, cercando di guadagnare la fiducia di tutti quelli che finora hanno ricevuto solo bastonate.

Sicuramente ci sono altri nomi che potrebbero avere successo, ma quanti hanno ancora voglia di provarci?

Ricordiamoci comunque che la verità non è sempre così evidente e forse non è nemmeno tanto facile da scoprire. La verità non viene raccontata con facilità, soprattutto quando non è bella ed entusiasmante. La verità forse non esiste nemmeno e allora cerchiamo qualcosa di più riconoscibile e più facilmente raggiungibile.

Cerchiamo di capire quanto riscontro c’è tra le promesse fatte e ciò che si realizza. Vediamo pure quali sono le conseguenze di quelle realizzazioni e non accontentiamoci delle belle parole che ci vengono dette. Popper ci insegna cose importanti che non dovremmo mettere da parte.

torna su

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Tu che ne pensi? Scrivi un commento